È vietata la riproduzione dei testi senza l'indicazione della fonte
   www.de-vrouwe.info

per le immagini è necessario il permesso scritto.

Qui aprite la pagina web ufficiale della fondazione Vrouwe van alle Volkeren.

Stampa E-mail

TESTIMONIANZA

In relazione al titolo ‘LA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI’, il vescovo gesuita S.E. Mons. John B. Thakur, giunto ad Amsterdam dall’India per la terza Giornata internazionale di preghiera della Signora di tutti i Popoli, ha fornito una significativa testimonianza, della quale proponiamo il passaggio che segue.
“Nel nostro Paese la Chiesa è nota per la sua attività a favore dell’istruzione. Conseguentemente, le nostre istituzioni religiose registrano una forte richiesta di ammissione da parte di giovani. Dato che in India la popolazione cristiana è solo una piccola minoranza di circa il due e mezzo percento, non meraviglia il fatto che il 92-98 percento degli studenti che frequentano le nostre scuole siano indù, musulmani o di altri gruppi religiosi. Ciò nonostante, se nell’area della scuola vi è una nostra cappella, per questi studenti rappresenta una cosa normale entrarvi e pregare. Con grande spontaneità si accostano anche alla statua della Madonna, collocata sempre in bella evidenza.
Ora, nella cappella di una delle nostre scuole, dopo che si erano inginocchiate in preghiera davanti alla statua della Madonna, l’attenzione di un gruppo di ragazze indù fu attirata dall’iscrizione sul piedistallo della statua: ‘Maria, madre dei cristiani, prega per noi’. Si recarono allora dal Rettore e gli chiesero: ‘Perché sul piedistallo sta scritto Maria, madre dei cristiani, prega per noi? Maria non è la madre solamente dei cristiani. È la madre di noi tutti. Noi l’amiamo, la veneriamo e l’invochiamo!’
È proprio così. Maria è la madre di tutti i popoli, come asserito da questi bambini!”

In relazione al titolo ‘LA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI’, il vescovo gesuita S. E. Mons. John B. Thakur, giunto ad Amsterdam dall’India per la terza Giornata Internazionale di Preghiera della Signora di tutti i Popoli, ha fornito una significativa testimonianza, della quale proponiamo il passaggio che segue.

“Nel nostro Paese la Chiesa è nota per la sua attività a favore dell’istruzione. Conseguentemente, le nostre istituzioni religiose registrano una forte richiesta di ammissione da parte di giovani. Dato che in India la popolazione cristiana è solo una piccola minoranza di circa il due e mezzo percento, non meraviglia il fatto che il 92-98 percento degli studenti che frequentano le nostre scuole siano indù, musulmani o di altri gruppi religiosi.
Ciò nonostante, se nell’area della scuola vi è una nostra cappella, per questi studenti rappresenta una cosa normale entrarvi e pregare. Con grande spontaneità si accostano anche alla statua della Madonna, collocata sempre in bella evidenza.

Ora, nella cappella di una delle nostre scuole, dopo che si erano inginocchiate in preghiera davanti alla statua della Madonna, l’attenzione di un gruppo di ragazze indù fu attirata dall’iscrizione sul piedistallo della statua: ‘Maria, madre dei cristiani, prega per noi’. Si recarono allora dal Rettore e gli chiesero: ‘Perché sul piedistallo sta scritto Maria, madre dei cristiani, prega per noi? Maria non è la madre solamente dei cristiani. È la madre di noi tutti. Noi l’amiamo, la veneriamo e l’invochiamo!’ 

È proprio così. Maria è la madre di tutti i popoli, come asserito da questi bambini!”

 
 
  • Deutsch (DE-CH-AT)
  • Italian - Italy
  • Nederlands - nl-NL
  • Español(Spanish Formal International)
  • French (Fr)
  • English (United Kingdom)