È vietata la riproduzione dei testi senza l'indicazione della fonte
   www.de-vrouwe.info

per le immagini è necessario il permesso scritto.

Qui aprite la pagina web ufficiale della fondazione Vrouwe van alle Volkeren.

Stampa E-mail

Primo incontro con la Madonna

Dodicenne, Ida ha un’apparizione celeste. In fondo alla via, immersa in una luce straordinaria, vede una donna di stupenda bellezza, con uno sguardo benevolente e gioioso. Senza pronunciare parola, tiene le braccia leggermente aperte. Ida non ha mai visto qualcosa di così bello. Immediatamente, identifica in Lei la Vergine Maria. Allorché l’apparizione le rivolge un gesto amichevole, corre a casa.

Suo padre, comprensibilmente, l’esorta a non farne parola ad alcuno, meglio ancora a dimenticare l’accaduto: “Per l’amor di Dio, non dire niente a nessuno. Saresti presa per pazza e derisa. Ci mancherebbe solo questo!”. Così Ida non ne parla, benché questo fatto si ripeta per altri due sabati. La bella signora le appare nuovamente in una luce paragonabile al sole, senza pronunciare parola, sorridendole, come la prima volta allorché tornava a casa dopo la confessione.

Tutto questo accade nell’ottobre 1917, quando la Madonna appare per l’ultima volta ai tre pastorelli di Fatima, ciò che, naturalmente, Ida ignora.
 
Padre Frehe, in qualità di confidente di Ida e consigliere della famiglia Peerdeman, è informato di questi eventi straordinari. Anch’egli però rivolge alla giovane penitente la ferma raccomandazione di tenere tutto per sé, anzi a non pensarci più. Questa preparazione di Ida alle future apparizioni della Madonna rimane così del tutto nascosta.

33 anni dopo – durante la venticinquesima apparizione – allorché la veggente chiede apprensivamente: “Mi crederanno?”, la Madonna medesima richiama alla sua memoria le sue tre venute nel 1917: “Sì. Per questo sono venuta da te già prima, quando ancora non lo capivi. Allora non era necessario. È stata una prova per adesso”. (10.12.1950)

Ciò significa: anche questa apparizione, come allora, non è un inganno: si tratta realmente della Vergine Maria.


Dalla Biografia:
Ida Peerdeman – La veggente di Amsterdam
di P. Paul Maria Sigl, 2005

 
 
  • Deutsch (DE-CH-AT)
  • Italian - Italy
  • Nederlands - nl-NL
  • Español(Spanish Formal International)
  • French (Fr)
  • English (United Kingdom)